Tiziano Calcari
Contemporary art

News



4 settembre 2018

Tiziano da Leonardo

Il 15 aprile 1452 nasce in un piccolo borgo fiorentino Lionardo di ser Piero, nasce un figlio illegittimo, nasce quello che diventerà uno dei più grandi geni della storia umana. Siamo ad Anchiano una frazione di Vinci e il neonato sarà ricordato nella storia come quello di Vinci, o meglio da Vinci. A 500 anni dalla sua scomparsa fa ancora parlare di sé e dell’umanità generando riflessioni e discussioni nell’arte contemporanea. Numerosi sono stati i confronti con il grande genio, da Duchamp a Lichtenstein passando per Picasso, Dalì e Malevic, molti grandi maestri hanno dovuto misurare la propria arte con quella di Leonardo reinterpretandola secondo la propria sensibilità ed identità artistica. Oggi quest’onere incombe su Tiziano Calcari che presenta il proprio studio davinciano in un luogo simbolo, il museo leonardiano. La partita si gioca sui disegni anatomici, che Calcari ripropone nel suo mondo parallelo delle dolci presenze, questa volta però apparecchiato per ospitare Leonardo e farlo trovare a suo agio, così da instaurare un dialogo più intimo. La tavolozza vira su toni più scuri per richiamare due tipi di atmosfere, sicuramente quelle delle tavole del grande maestro, ma soprattutto in ricordo di quella conoscenza anatomica che nei cunicoli delle piramidi ci lasciarono gli antichi egizi. Una civiltà che riuscì fisicamente a rendere eterni alcuni uomini, dimostrando un’importante conoscenza dell’essere umano. Nell’opera “La Nostra Storia” 2017 olio su tela 70×60 Tiziano inserisce un monito a ricordo di questa antica popolazione e costruisce un ponte lungo millenni di storia.

 

La Nostra Storia 2017 olio su tela 70×60

← Torna alle news

Get in touch

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime novità! Iscrivendoti accetti le condizioni sulla privacy.