Tiziano Calcari
Contemporary art

Critiche



Simone Fappani


Reale ed immaginario nei dipinti di Tiziano Calcari

La sintassi segnico-coloristica che caratterizza il percorso creativo di Tiziano Calcari si denota per una componente squisitamente emozionale che s’innerva fortemente in opere dal notevole spessore intimista.

La raffigurazione, per questo artista, muove infatti nel segno dell’esegesi, ovvero di una scoperta continua che va sostanziandosi in pennellate che rendono il tessuto telaceo iridescente, tanto da conferire all’insieme un’insolita plasticità.

Sembra infatti che l’artista voglia imprimere nei suoi lavori una sorta di musicalità nascente, fatta di toni mai inutilmente affabulatori.

Al contrario, Tiziano procede sulla strada di quel progressivo disvelamento simbolico per cui ogni suo quadro al di la dell’indubbia piacevolezza formale poggia saldamente su di una sorta di “connettività” forte che lega i particolari al molteplice.

In questo modo Calcari offre all’osservatore una lettura, per così dire “infinita” dei suoi lavori, che dunque si aprono a fruizioni estremamente personali.

In questo modo il senso più profondo delle sue tele si trova osservandole da vicino e lungamente; quasi come un testo poetico le opere di questo eclettico autore vanno meditate con pazienza, nonostante risultino estremamente godibili già ad una prima osservazione.

← Torna alle critiche

Get in touch

Iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle ultime novità! Iscrivendoti accetti le condizioni sulla privacy.